LA CASCINA

L' azienda agricola si trova nella piana dell'alto vercellese a Buronzo.
Abbiamo deciso di andare controcorrente iniziando prima la produzione di mele e poi di riso biologico sui terreni di famiglia.
Le nostre terre sono il frutto di anni di sacrifici delle generazioni che ci hanno preceduto, che hanno lasciato il proprio paese e sono emigrate all'estero ma che non hanno mai dimenticato le proprie origini.
La terra che oggi coltiviamo è l'eredità che abbiamo ricevuto e il legame indissolubile con la nostra famiglia, ma dobbiamo preservarla al meglio per poterla un giorno lasciare ai nostri figli.

 

Il riso


Il riso

 

“ Solo la buona terra può dare frutti sani senza però dover rinunciare alla qualità.”

Le risaie si trovano in una posizione favorevole per utilizzare il metodo di coltivazione biologica e questo ha permesso fin dall'inizio di produrre in modo sostenibile e senza l'uso di prodotti chimici. Utilizzando rotazione e avvicendamento delle colture, i sovesci per contenere le infestanti e la semina di leguminose, i terreni vengono arricchiti con le sostanze nutritive indispensabili per far prosperare i raccolti.
La nostra produzione non è di tipo intensivo perché ogni anno con la rotazione delle colture solo la metà dei terreni vengono seminati a riso.
Dobbiamo trattare la terra con rispetto, avendone cura perché ci è stata donata. Solo la buona terra può dare frutti sani senza però dover rinunciare alla qualità. Il raccolto 2018 è stato certificato biologico.

 

1. Preparazione terreno

Tramite la tecnica del sovescio di leguminose viene preparato il terreno per la futura semina a riso. La terra viene arricchita e migliorata dalle proprietà di queste piante che decomponendosi nutrono il suolo. Poi il terreno viene arato e seminato con un'erba foraggera prima dell'inverno.

2. Semina

In primavera inoltrata il foraggio viene trinciato sul posto, il riso seminato e la piana della risaia viene allagata.
Così facendo, l'erba funge da pacciamatura e macerando impedisce alle infestanti di crescere. La risaia viene poi lasciata ad asciugare, lasciando che la piantina di riso possa crescere e fortificarsi.

3. Acqua

Dal mese di giugno in poi, ovvero quando la piantina di riso sarà cresciuta e ben radicata al terreno, si procede nuovamente con l'allagamento della risaia. L'acqua, oltre ad irrigare e mantenere idratato il terreno, protegge le giovani piantine dagli eventuali sbalzi di temperatura.

4. Riso

In estate, durante i caldi mesi estivi, il riso cresce e si sviluppa, e le sue spighe, dapprima di un verde acido ed acceso, si tingono, verso la fine di ottobre ovvero quando avranno raggiunto la completa maturazione, di un bel colore giallo dorato intenso.

5. Raccolto

Approssimativamente tra il mese di ottobre e novembre, quando la percentuale di umidità contenuta nel chicco sarà ottimale, il riso si potrà considerare pronto per poter essere raccolto e prontamente essiccato, così facendo, si conserverà in maniera ottimale e per periodi di tempo molto lunghi.

 


Le nostre varietà

Le nostre varietà

Le mele

Le nostre varietà

Le prime varietà con le quali è iniziata la produzione di mele a Roasio sono state le GOLD RUSH (gialle) e le CRIMSON CRISP (rosse).

Sono qualità un pò diverse e particolari ma più adatte alla produzione biologica, che è il nostro desiderio sin dall'inizio.

Successivamente sono state aggiunte le altre due varietà: OPAL (gialla) e DALINETTE (rossa).

CONTATTACI